c. Recupero del pregresso

d. Digitalizzazione fogli sciolti, piegati e grandi formati

La Biblioteca Estense Universitaria possiede un vasto patrimonio già digitalizzato – oggi accessibile in rete solo in minima parte – caratterizzato da formati eterogenei e da diversi livelli di qualità, sia per quanto riguarda le immagini digitali che i metadati. Questo patrimonio è stato analizzato e rivisto per essere riversato nella Digital Library con un processo articolato in diverse fasi:

  1. censimento, analisi dei metadati e delle riproduzioni digitali
  2. arricchimento dei metadati tramite match con cataloghi digitali esistenti
  3. import dei metadati nel sistema di catalogazione Arianna
  4. pubblicazione finale sulla Digital Library

La grande quantità di opere da digitalizzare e la loro natura estremamente eterogenea ha portato alla predisposizione di ambienti di lavoro differenziati a seconda delle caratteristiche dei documenti. Sono state così attivate 3 linee di scansione, che impiegano macchine differenti, posizionate in diversi ambienti della Biblioteca:

  1. Grandi formati: i documenti di grandi dimensioni (oltre l’A2), vengono digitalizzati utilizzando la macchina FlyByO di HALTADEFINIZIONE® – progettata e realizzata appositamente per la digitalizzazione delle mappe di Estense Digital Library -, che arriva a coprire una superficie digitalizzabile di quasi 4 mq, con una risoluzione di oltre 800 dpi che consente di apprezzare ogni minimo dettaglio delle immagini.
  2. Volumi dal formato A5 al formato A2: i volumi rilegati vengono digitalizzati da Mida Informatica con macchine i2S e Metis. In particolare, la V-Shape di i2S garantisce la massima tutela dei libri grazie alla culla, che permette un’apertura dei volumi a soli 120°. La risoluzione ottenuta è tra i 600 e i 400 dpi.
  3. Fogli sciolti: i fogli stesi singoli, non rilegati, vengono sottoposti a scansione da MIDA Informatica con una macchina Metis EDS Gamma.